it gb fr de

Ricerca Avanzata



Tobia Scarpa


La storia professionale del maestro Tobia Scarpa è costellata da premi e riconoscimenti in quanto, con il suo operato coerente e costantemente al servizio del bello, ha saputo scrivere la storia del design italiano e farlo eleggere a tutti gli effetti come manifestazione artistica. Nato a Venezia nel 1935, Tobia Scarpa opera in città con l'ausilio professionale e personale della moglie Afra Bianchin, con la quale firma progetti di architettura ormai entrati nel patrimonio storico della nostra nazione.


 


All'operato architettonico, i coniugi Scarpa assemblano una vocazione dedita all'arredamento di grandi sedi delle imprese venete, tra cui spiccano C&B, Benetton, Unifor e Geox , progettandone anche le sedi operative e gli stabilimenti dove vengono prodotti i capi di abbigliamento. Siamo nel pieno degli anni '60, un periodo di fermento nel panorama del design, ma i coniugi Scarpa non aderiscono a nessun movimento specifico, riservandosi di continuare il loro operato fuori dal coro e contraddistinto da scelte di grande pregio stilistico.


 


La coppia vince nel 1970 il Compasso d'Oro, il più ambito premio dedicato al mondo del design e inizia una serie di collaborazioni con i grandi nomi dell'arredo nazionale, quali Flos, Gavina, Cassina e StilDomus. Memorabili e ancora oggi riconosciuti come grandi elementi d'arredo sono i letti Vanessa, disegnato per Cassina e il divano Bastiano per lo storico brand Gavina. Il letto Vanessa, elemento adorato dai cultori del migliore design presenta una struttura completamente realizzata in metallo verniciato, il quale si tinge di colori saturi quali il rosso Cina, il nero profondo e il bianco ottico. Ciò che stupisce di questo elemento è la purezza delle forme, la semplicità della geometria applicata, che riesce però a possedere un'anima riscaldante e ricca di passione. Lo stesso principio può essere ritrovato e riconosciuto nel divano Bastiano, il quale si presenta composto da una struttura lignea e da un rivestimento realizzata in pelle. I colori saturi, profondi e borghesi di questo amatissimo divano datato 1961 si assemblano ad una qualità e ad una comodità che ha scritto la storia dell'arredo, in quanto questo elemento d'arredo può essere considerato il precursore dei moderni divani letto. Spostando i cuscini l'area disponibile è infatti incredibilmente ampia, comoda, accogliente: la scelta ideale per dare vita al migliore riposo.


 


Tutto questo è Tobia Scarpa, un uomo che con l'aiuto e l'intelligenza della moglie ha saputo dare vita a pezzi di design che ormai sono entrati a fare parte dell'immaginario collettivo e che non verranno mai dimenticati in quanto sono opere perfette e adattabili ad ogni epoca storica. Questi tratti si riconoscono anche nei sistemi di illuminazione creati per il brand Flos. In particolare il sistema Biagio e il sistema Fantasma possono essere considerati come capisaldi dell'illuminazione di design italiano. Mentre Biagio deve il suo successo all'utilizzo di materiali pregiati quali il marmo di Carrara e alla forma inneggiante ad un'elegante geometria spaziale, l'elemento Fantasma non può che essere definito all'avanguardia, in quanto si tratta di una piantana snella e realizzata in fibre di vetro su un'armatura metallica.


 


E' straordinario comprendere come ogni opera dei coniugi Scarpa sia diventata un punto di riferimento nel design contemporaneo, in quanto gli echi del loro operato sono ampiamente visibili nei lavori del presente e nelle ispirazioni degli elementi prodotti in serie. Tutto ciò fa onore a questa coppia di artisti, i quali hanno saputo oltrepassare i confini dello spazio e del tempo, proponendo opere che dureranno in eterno.


 



PI 00293380101 R.E.A. 123153 Capitale Sociale i.v. 47.516 €